Ultima modifica: 11 Maggio 2020

Per le classi terze della scuola secondaria

Informazioni sulla conclusione dell’anno scolastico per le classi terze scuola secondaria

1. La bozza di ordinanza che il Ministero dell’Istruzione dovrebbe emanare a breve, prevede che, a seguito del decreto legge n. 22 dell’8.4.2020, l’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione sia sostituito da una valutazione del consiglio di classe che tenga conto di un elaborato prodotto dagli studenti su tematiche, molto ampie e trasversali alle discipline, assegnate dal consiglio di classe; il collegio dei docenti dell’IC Toniolo ha stabilito che ciò avvenga entro il 20 maggio.

2. Secondo la bozza di ordinanza ministeriale l’elaborato consiste in un prodotto originale, coerente con la tematica assegnata dal consiglio di classe, e potrà essere realizzato sotto forma di testo scritto, presentazione anche multimediale, mappa o insieme di mappe, filmato, produzione artistica o tecnico- pratica.

L’elaborato andrà inviato via mail alla coordinatrice di classe entro il 1 giugno salvo diversa indicazione ministeriale.

3. Ogni studente/studentessa presenterà il proprio elaborato al consiglio di classe durante una videoconferenza che il collegio dei docenti ha fissato per i primi di giugno.

4. L’elaborato verrà valutato in decimi tenendo conto di originalità dei contenuti, coerenza con l’argomento assegnato, chiarezza espositiva; nel valutare l’elaborato il consiglio di classe tiene conto anche della presentazione orale con particolare riferimento alla capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo.

5. In sede di scrutinio, dopo il termine delle lezioni, il consiglio di classe procederà alla valutazione finale tenendo conto della valutazione delle singole discipline (anche rispetto alla didattica a distanza), del percorso triennale e dell’elaborato. Entro il 20 maggio, salvo diverse indicazioni ministeriali, il collegio dei docenti comunicherà i criteri di valutazione e il peso di ciascuna componente nell’elaborazione del voto finale.

La dirigente scolastica